venerdì 6 settembre 2013

LA TORTA CO I BECCHI ALLA LUCCHESE per QUANTI MODI DI FARE E RIFARE

Passato il fermo di agosto, rieccoci qua con una nuova ricetta e un nuovo appuntamento di QUANTI MODI DI FARE E RIFARE
Come sono andate le vacanze??? Beh vi dico subito che io mi sto godendo le ferie adesso anzi quando verrà pubblicato questo post sarò a rilassarmi per il mio ultimo weekend di ferie e poi da lunedì tutti a lavoro.
Questo mese siamo stati ospitati da Cristina la quale ha proposto una ricetta tipica delle zone tra Pisa e Lucca.
Ogni città ha la sua ricetta, ogni città anzi paese ha le sue variazioni.
E siccome lei ha già presentato quella pisana ecco a voi quella lucchese.
La versione lucchese è fatta con le verdure ... non storgete la bocca è golosissima!!!
Certamente cuoca che vai ricetta che trovi quindi come potete beh capire ce ne sono una marea ma questa è quella della mia vicina.
Ecco a voi la torta co i becchi (fatti malissimo) di verdure alla lucchese.



Ingredienti:

Per la frolla:
300 g di farina
130 g di burro
1 uovo
1 tuorlo
80 g di zucchero
succo di mezzo limone
1 pizzico di sale
1/2 cucchiaino di lievito per dolci

Per il ripieno:
1 cesto di bietolina
50 g di burro
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
200 g di pane raffermo
latte e acqua
5 cucchiai di zucchero
80 g di pinoli
60 g di uvetta
1 pizzico di cannella in polvere
un goccio di vin santo
1 uovo
1 tuorlo

Per prima cosa prepariamo la frolla impastando tutti gli ingredienti fino a creare un composto omogeneo. Prendiamo la palla, la chiudiamo nella pellicola e poi mettiamola almeno 2 ore in frigo.
Nel frattempo iniziamo a preparare il ripieno.
Prendete il pane e tagliatelo a fette.
Mettetelo a bagno con una tazza di latte e coprite aggiungendo un pò di acqua.
Prendete il mazzetto di bietolina, lavatela bene e tagliatela a strisce.
Mettetela in padella ad appassire con il burro e il prezzemolo.


Fatela freddare.
Prendete l'uvetta e mettetela a bagno con mezzo bicchierino di vin santo e aggiungendo l'acqua se serve per coprirla.
In una ciotola sbattete con la frusta lo zucchero con l'uovo e il tuorlo.
Aggiungete la cannella, l'uvetta scolata e ben strizzata, i pinoli, il pane ben strizzato e la bietola che avrete prima ritagliato finemente con la mezzaluna.


Prendete la frolla e stendetela.
Coprite una teglia di silicone da crostate e cercate di avere parecchia frolla che avanza dalla tortiera.
Mettete il composto sulla frolla e iniziate a fare i becchi.
Ovvero prendete la frolla la rigirate come per fare i bordi classici della crostata e tagliatela con il coltello.
E qui viene il difficile.
Ovvero a me non sono venuti perchè la frolla era troppo morbida e mi si sgretolava appena la piegavo quindi mi sono arrangiata come potevo, scusate per i becchi fatti male.


Infornate a 180° per circa 40 minuti.

Vi aspettiamo per l'appuntamento di ottobre dove proveremo a rifare la ricetta del Pane allo zafferano



34 commenti:

  1. Buongiorno Elena, ben ritrovata!
    Eccoci qui, settembre è arrivato e con esso è tornato anche il nostro amato appuntamento mensile nella grande e ospitale cucina della briosa Cuochina!
    Prendo la tua foto ed il link.
    Anna e Ornella ti ringraziano di cuore per aver preparato una bellissima versione della Torta co' bischeri e ti aspettano il 6 di ottobre per impastare con loro un delizioso lievitato: Pane allo zafferano di Euan.
    Un caloroso abbraccio e a presto

    Cuochina, Anna e Ornella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci sarò sicuramente mi stuzzica assai la prossima ricetta

      Elimina
  2. lastufaeconomica6 settembre 2013 09:02

    Buonissima la tua versione, originale. ciao

    RispondiElimina
  3. che bontà la devo provare buoonissima

    RispondiElimina
  4. io non storgo la bocca perché conosco la storia della torta co' bischeri e tante altre di quella zona, partono dolci e man mano che vanno verso nord diventano salate, proverò la tua versione, adoro le torte salate, la mia è dolce, i becchi si sono appiattiti in cottura, ma era buona...un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Tam tam mi sa che ne rimani delusa se pensi che sia salata ... questa è dolce tantissimo dolce!!!

      Elimina
  5. ...ma è davvero particolare...conosco dolci fatti con la verdura, ma non avevo idea che esistessero nella tradizione italiana...l'avrei provata volentieri..
    ub abbraccio!!

    RispondiElimina
  6. Versione salata originale la devo provare bella idea !!!!!!
    Un caro saluto :-))

    RispondiElimina
  7. Ora bisogna provere anche la versione con le verdure...non se ne può fare a meno!!!

    RispondiElimina
  8. nuuu tu non sai quanto tempo è che cerco questa ricetta, ma come sai le lucchesi tengono strinte le ricette..
    mia nonna era lucchese e non sai quanto pagherei per riavere un suo ricettario ...le faceva ma di riso e di cioccolata.
    Invece da quando abito a lucca anch'io apprezzo anche quella alle verdure (hai ragione ho sempre storto naso e bocca) ma deve essere bonaaaaaaaa
    ora che ho il forno a legna..vorrei provare.ù
    anzi pensavo una cosa..ma perchè un giorno non mi vieni a trovare?
    a presto cara buon we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sicuramente Simo bisogna vedersi eccome!!! magari un caffè e 2 chiacchiere mentre cuoce la torta!!!

      Elimina
  9. Beh... sei andata contro corrente rispetto alle altre... ehehehe... ma si dai, in mezzo a tanto dolce, ci sta anche una torta salata! Ottima direi! :-)

    RispondiElimina
  10. Abbiamo appena visto anche la versione delle tue colleghe.. davvero tutte da provare!
    tanto più che non conoscevamo questa ricetta!
    vergogna!!!
    Complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma che vergogna è tradizione e varia qua e la

      Elimina
  11. Buona la torta dolce di verdure lucchese!! Ottima idea proporla!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille, mi sa che in tante non hanno capito che è dolce ahahahha

      Elimina
  12. Che bella ricetta, mi piace quando si promuovono le tradizioni del territorio..complimenti!
    la zia Consu

    RispondiElimina
  13. Aaaaa.... molto buona questa versione alle bietole! Devo provarla anch' io!

    RispondiElimina
  14. per chi non abita in zona questa torta E' UNICA, BUONISSIMA! provatela, vero A Pancia Piena?
    BUONISSIMA. Era tanto che ne cercavo la ricetta e tu me la stai servendo sul tuo bellissimo blog.
    GRAZIEEEEE.A presto.
    GiuseB

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e si Giuse molte se la tengono stretta la ricetta e le lucchesi non lo dicono mai le vere dosi!! fammi sapere se ti è piaciuta

      Elimina
  15. Ciao Elena, davvero speciale questa torta! Un bacione a presto

    RispondiElimina
  16. Ciao cara benritrovata!!!! Questa torta non la conoscevo proprio davvero particolare ...la assaggerei però proprio volentieri!!! un bacione e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero, neanche io prima di conoscere mio marito la conoscevo, nel pistoiese non si conosce ma è buonissima provare per credere

      Elimina
  17. ottima anche questa versione salata!!!

    RispondiElimina
  18. Ciao mi chiamo Tiziana trovo questo tuo blog molto interessante ed ricco di consigli utili in cucina e al tempo stesso molto elegante. Da oggi tua follower +g. Mi farebbe piacere se anche tu passassi da me per regalarmi un tuo follower +g e qualche consiglio per questa mia nuova avventura nel web. Ciao http://lacucinadipitichella.blogspot.it
    bella torta la proverò a farla

    RispondiElimina

Grazie per essere venuto a trovarmi, lascia un tuo commento