martedì 6 novembre 2012

TAGLIATELLE AL PESTO DELLA PEPPINA

L'altro giorno, vedendo una puntata in tv ho visto una ricetta che mi aveva già raccontato almeno 3 anni fa una signora anziana quando le facevo compagnia dato che la vecchiaia l'aveva rassegnata a ben 98 anni sulla sedia a rotelle.
Ora la signora Peppina è andata a cucinare le sue grandi ricette agli angeli ma quando ho visto questo chef che insegnava questa ricetta mi ha fatto venir da ridere.
Insomma sembrava che avesse scoperto l'America ma poi alla fine è una ricetta vecchia come il cucco.
Peppina mi raccontava che d'estate l'orto aveva tantissimo basilico e la pineta vicino casa sua aveva una marea di pinoli.
Poi andava a fare le noci e le nocciole e così d'inverno la frutta secca non mancava mai, ma come si faceva con il basilico??
Lei teneva sempre nella sua serretta dell'orto un pò di sedano per fare il classico degli odori per il brodo e che belle foglie che aveva!!!
E così ecco la ricetta ... 
Uguale al pesto solo che al posto del basilico ci sono le foglie di sedano e al posto dei pinoli le nocciole ma mi diceva che negli ultimi tempi lei lo faceva sempre dopo le feste natalizie quando ti ritrovi casa piena di frutta secca e quindi a volte metteva le noci.
Io la ricetta l'ho fatta con le tagliatelle alle erbe ma vi consiglio con la pasta bianca così mette più in luce la bontà del pesto.
Di regola si fa con il mortaio ma io non avendolo ho ripiegato sul mixer. 
Se lo avete usateloooooo!!!


Ingredienti:

200 g di tagliatelle alle erbe
olio evo dante
parmigiano
50g di nocciole tostate
le foglie di 1/2 cesto di sedano
pepe tec al
1 spicchio di aglio

In un mixer mettere le foglie di sedano ben lavate e asciugate, le nocciole,l'aglio sale e pepe.
Mixate e piano piano a filo unire l'olio fino a creare un emulsione ottima con le foglie.
Io il parmigiano l'ho messo dopo dato che con questa dose ho creato molto pesto che ho messo nel congelatore.
Lessare la pasta, tenere da parte  un pò di acqua di cottura e condire appena cotta la pasta con il pesto.

Con questa ricetta partecipo al contest di in cucina con Masterchef





28 commenti:

  1. Elena questi cuochi pensano d'inventare chissà cosa ma la tua signora Peppina era troppo avanti...adesso è serena.... bellissime e quindi rubo alla grandissima!!gnammy! buona giornata cara!

    RispondiElimina
  2. Ottima idea quella di sostituire il basilico, da provare!!!! Ciao :))

    RispondiElimina
  3. Elena ma che bella questa storia e che genietta questa signora Peppina, che son certa stia proprio cucinando agli angeli e ti guarderà entusiasta per tutte le tue ricette :) Te la rubo di sicuro!! Bellissima, intelligente e certamente ottima :))

    RispondiElimina
  4. Bellissima idea! Effettivamente la signora Peppina era una chef ricercata e innovativa!!! Alla faccia degli chef famosi!!! Un bacio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la sapeva lunga e sapeva inventarsi grandi ricette

      Elimina
  5. mi piace e la voglio rifare...ottima ricettina della nonna!
    bacioni

    RispondiElimina
  6. Davvero una ricetta carica di profumi e di affettuosi ricordi! Ottima idea, e in bocca al lupo per il contest!

    RispondiElimina
  7. Ciao Elena,
    allora Novembre è anche il tuo mese per cui auguri al cucciolo che sicuramente si vedrà recapitare qualcosina di super buono....un bel bacione, Pat

    RispondiElimina
  8. bella questa ricetta, la devo fare anche io! belle le tue parole,mi hai fatto immaginare la signora Peppina che cucina per gli angeli!

    RispondiElimina
  9. Questa ricetta mi incuriosisce ;) complimenti, un bacione!

    RispondiElimina
  10. ciao cara ti rispondo sul pesto della peppina.... fette di prosciutto cotto spesse giusto quanto basta perchè non si rompano -un paio di mm circa- di solito fa il salumiere se glielo dici:-)

    RispondiElimina
  11. le ricette delle none.... sempre le migliori!

    RispondiElimina
  12. Che piatto appetitoso, ottimo col pesto di nocciole, brava! Ciao

    RispondiElimina
  13. Che meraviglia!!! Devo rifarlo assolutamente!!!!

    RispondiElimina

Grazie per essere venuto a trovarmi, lascia un tuo commento