lunedì 12 dicembre 2011

OLIO D'OLIVA

Leggendo qua e la, fra i vari blog e gruppi su Facebook a volte vedo che molte persone non riescono a capire la differenza fra l'olio di oliva e l'olio di sansa.

Preciso il fatto che io sono una persona superfortunata dato che mio padre possiede un uliveto e quindi mi posso permettere l'olio buono sempre e tutto l'anno.

Non mi voglio soffermare sulle varie classificazioni che ci sono a seconda dell'acidità dell'olio ma almeno fare un pò di chiarimento tra olio di oliva vergini e olio di sansa.

OLIO DI OLIVA VERGINI: sono gli oli ottenuti dal frutto dell’olivo soltanto mediante processi meccanici o altri processi fisici, in condizioni che non causano alterazioni dell’olio, e che non hanno subito alcun trattamento diverso dal lavaggio, dalla decantazione, dalla centrifugazione e dalla filtrazione. Sono esclusi gli oli ottenuti mediante solvente o con coadiuvanti ad azione chimica o biochimica.

OLIO DI SANSA DI OLIVA: la sansa di olive è lo scarto del processo dell'estrazione dell'olio di oliva ed è composto delle bucce, dai residui della polpa e dai frammenti del nocciolino. L'olio di sansa è ottenuto mediante un trattamento con solventi o mediante processi fisici come la centrifugazione.



Spero di essere stata utile e per qualsiasi domanda sono a vostra disposizione.



2 commenti:

  1. ma si può aggiungere qualche ricetta personale???

    RispondiElimina
  2. nta
    Preferiti
    Gnocchetti al lardo di colonnata
    Difficoltà:
    Tempo Richiesto (in minuti): 20
    Categoria: Primi e zuppe
    Ingredienti (per 4 persone): 500 g di gnocchetti 50 g di lardo di colonnata a fettine 100 g pecorino semi stagionato 10 nocciole 5 foglie di salvia 1 rametto di rosmarino 1 cipollotto fresco (compreso gambo) tre cucchiai di pesto genovese olio extravergine di oliva sale e pepe q.b.
    Preparazione: Preparare un soffritto con il cipollotto tritato finemente, la salvia sminuzzata e il rametto di rosmarino intero. Ridurre in piccoli pezzi le nocciole e a scaglie il pecorino e tenere da parte. Portare ad ebollizione l'acqua salata per gli gnocchetti. Aggiungere il lardo a striscioline al soffritto in modo che si sciolga e togliere il rosmarino. Scolare gli gnocchetti che nel frattempo sono saliti in superficie e saltarli in padella con il soffritto. A fuoco spento aggiungere il pesto, le nocciole e il pecorino, amalgamare bene e aggiustare di sale e pepe. Impiattare aggiungendo un filo di olio extravergine d'oliva e nocciole tritate a piacere

    RispondiElimina

Grazie per essere venuto a trovarmi, lascia un tuo commento